Come diventare facilmente un influencer?

La Generazione Z si sta affacciando sul mercato del lavoro e sta creando una nuova tendenza in termini di professioni 2.0. Da qualche anno sono nate professioni che combinano social network e tecniche di marketing/comunicazione. In questa ondata di professioni emergenti ci sono blogger, youtuber e Instagrammer. 

Sono particolarmente popolari tra i giovani in cerca di fama e successo. L'aspetto migliore è che, nella maggior parte dei casi, questi lavori non richiedono una conoscenza approfondita di settori specifici. D'altra parte, se riuscite a diventare una persona influente sui social network, è probabile che possiate generare un reddito sostanziale. Tuttavia, diventare un influencer non è così facile da fare da un giorno all'altro. Come si fa?

Che cos'è un influencer?

Essere un influencer è una professione che paga, per non parlare dei numerosi vantaggi che ne derivano. Come suggerisce il nome, si tratta di una professione il cui scopo è quello di riunire un gruppo di persone in una comunità. L'influencer investe in un settore specifico e riunisce persone che condividono le stesse aspirazioni e valori.

I primi influencer che hanno fatto la storia non avevano necessariamente in mente di fare di questa attività la loro professione. La maggior parte di loro ha deciso di creare una comunità attorno a un tema specifico per condividere le proprie ispirazioni e intrattenere gli utenti di Internet. Nel corso degli anni, la professione dell'influenza ha avuto un tale successo che i pionieri di questa professione sono diventati rapidamente personaggi pubblici influenti e riconosciuti in tutto il mondo. Le aziende, ben consapevoli del loro potere di influenza, hanno preso in considerazione partnership e collaborazioni con loro. È così che gli influencer sono stati elevati al rango di ambasciatori del marchio.

Attualmente, i più grandi nomi di questo settore (Norman, Tibo InShape, Squeezie, ecc.) riescono a generare entrate consistenti che permettono loro di vivere esclusivamente della loro professione di influencer.

A prima vista, essere un influencer sembra facile. Tuttavia, non è un'attività adatta a chiunque. Innanzitutto, dovete essere appassionati di ciò che presentate ai vostri follower. È inoltre necessario essere un grande comunicatore, avere un certo carisma, una personalità ben definita e amare la condivisione.

Se siete interessati a diventare influencer solo per i soldi o la fama, è un'attività che richiede impegno e pazienza. L'influencer marketing non è chiaramente redditizio nel breve e medio termine, a meno che non si sappia come farlo nel modo giusto.

A cosa serve essere un influencer?

Essere un influencer è un'attività entusiasmante che permette di condividere il proprio punto di vista su un argomento o un tema e di farsi ascoltare dal maggior numero di persone. È un modo per far parte di qualcosa di più grande e per essere parte di qualcosa di più grande. Essere un influencer significa contribuire alla costruzione di un mondo migliore.

Gli influencer sono molto richiesti per il loro potere di persuasione sui membri della loro comunità. Sono esperti nella mobilitazione di massa e possono essere facilmente identificati dagli utenti comuni di Internet. Per questo motivo, possono anche essere visti come ambasciatori di un marchio, di una causa, ecc. e come voce del popolo.

Se riuscite a costruire una comunità coinvolta, potete guadagnarvi da vivere e persino ottenere piccoli vantaggi. Oltre al compenso, è probabile che un influencer riceva bonus gratuiti dai marchi e dalle aziende che lo sollecitano. Può trattarsi di viaggi e soggiorni gratuiti in luoghi idilliaci o di pacchetti regalo. Questo è anche uno dei motivi per cui molte persone aspirano a diventare influencer, ma non sempre ci riescono.

I diversi tipi di influencer

Sebbene gli obiettivi degli influencer e le loro attività possano sembrare uguali dall'esterno, in realtà esistono diversi tipi di influencer.

Influencer sociali

Si tratta di persone le cui azioni sono molto simili a quelle degli opinion leader convenzionali. Un social influencer è una persona che opera su scala ridotta sui social media. Può essere considerato un esperto di fiducia nel settore in cui opera. Chiunque può diventare un social influencer anche senza rendersene conto.

Ad esempio, quando si pubblica un post su un social network (Facebook, Instagram, Twitter), MYM Fans ecc.). Pubblicando una recensione di un prodotto, di un film, ecc. si agisce già come influencer. Il vostro post diventa visibile ai vostri amici e abbonati, è probabile che generi commenti, reazioni, condivisioni e persino che influenzi l'azione degli utenti di Internet.

Una recensione positiva può, ad esempio, accrescere l'interesse per il marchio e, al contrario, una pubblicazione negativa può anche compromettere l'immagine di un prodotto. Tutte queste azioni (valutazione di un prodotto, di un locale, recensioni, ecc.) sono già una forma di microinfluenza. Tuttavia, non consentono di affermarsi come influencer e di guadagnare.

Influenzatori chiave

Questi tipi di influencer sono generalmente percepiti come icone e ambasciatori. A differenza dei social influencer, i key influencer si distinguono per la loro autenticità. Sono molto più apprezzati e offrono i propri contenuti agli utenti di Internet. Personaggi pubblici, blogger, Twitch-Streamers, Youtubers e Instagrammers sono relegati in questa categoria.

Un key influencer è una persona che parla al pubblico di riferimento. Può trattarsi di adolescenti, giocatori, ecc. Soprattutto, sono animati da una passione che condividono con la loro comunità. Ad esempio, un influencer di moda può condividere stili, look originali o consigli che si rivolgono a un particolare pubblico di riferimento. Le persone che apprezzano la creatività e la personalità di questa influencer si identificheranno inevitabilmente con lei. Ciò contribuisce a creare una comunità impegnata.

Influenzatori tra pari

I pari influenti si collocano tra i social influencer e i key influencer. Opinionisti sui social media, sono veri esperti nel loro campo. Inoltre, in genere hanno una portata più ampia. Sono influencer che le aziende contattano e sponsorizzano per far conoscere i loro marchi e prodotti.

Un peer influencer può essere, ad esempio, un esperto del mondo dei giochi. Grazie alla loro conoscenza dell'argomento, si affermano facilmente come figure di fiducia nel settore e le loro opinioni e i loro commenti raggiungono probabilmente un gran numero di persone nel settore. Creano e condividono contenuti autentici e originali in grado di generare reazioni, condivisioni e commenti. Si noti che i peer influencer sono consapevoli della portata dei loro post. Possono promuovere articoli in linea con i loro valori e mobilitare la loro comunità per coinvolgerli.

Quali piattaforme scegliere per diventare influencer?

Se volete diventare influencer e guadagnarvi da vivere, dovete partire logicamente dal basso. È meglio affermarsi prima come influencer tra pari. Cura la tua immagine, crea contenuti, genera reazioni e condivisioni. Quando i vostri post iniziano ad avere una portata più ampia e il vostro status di leader di pensiero è ben consolidato, potete diventare un influencer chiave.

In base all'impegno generato nelle vostre cerchie sociali e alle dimensioni della vostra comunità, le aziende potrebbero contattarvi per rappresentare i loro prodotti, ecc. Si noti che la vostra ascesa come influencer chiave diventerà esponenziale una volta raggiunta una certa soglia.

I key influencer più popolari operano su YouTube. Si guadagnano da vivere promuovendo prodotti in modo molto sottile nei loro video. Nella maggior parte dei casi, queste promozioni sono incorporate nei video e gli influencer non mancano di annunciare i vari sponsor mentre presentano i prodotti. Inoltre, forniscono ai loro abbonati i link da cui possono acquistare gli articoli sponsorizzati. Questo è ciò che permette agli influencer di guadagnare commissioni in seguito. Questa tecnica funziona altrettanto bene su altre piattaforme come Twitch o Instagram.

In quest'ultimo caso, sono soprattutto le immagini e le storie che gli influencer utilizzano per presentare i prodotti. Si mettono in mostra indossando, ad esempio, gli abiti dei marchi con cui hanno firmato i contratti. Gli influencer di Instagram possono ricevere campioni gratuiti da mostrare sui loro account per incoraggiare i loro follower ad acquistare gli stessi prodotti.

I blogger e i vlogger, invece, sono sollecitati da aziende che operano principalmente in settori più tecnici. Ad esempio, un blogger specializzato nella produzione di contenuti sul tema degli elettrodomestici può ricevere un apparecchio ed essere invitato a testarlo per scrivere una recensione dettagliata, autentica e corretta.

Naturalmente, come blogger, non dovreste mettere a rischio la vostra immagine. In alcuni casi, se siete delusi dai prodotti che vi vengono offerti, potete semplicemente scrivere articoli molto sfumati, senza fare troppa pubblicità o criticare il marchio partner. Ed è qui che l'influencer di Instagram ha i suoi vantaggi. Non è necessario scrivere un articolo sul prodotto che si sta testando. Tutto ciò che dovete fare è creare contenuti visivi che siano abbastanza allettanti da mettere in evidenza il prodotto per coinvolgere gli utenti. Potete anche accompagnare le vostre foto con didascalie e hashtag per ottenere visibilità.

In quale area dovreste iniziare?

Essere un influencer può avere molto successo se si sa come farlo. Prima di iniziare questa attività, è consigliabile definire il settore in cui si desidera investire. Dato il crescente successo di alcuni influencer oggi, non bisogna ignorare che la concorrenza è feroce. La verità è che quasi tutti vogliono diventare influencer. Alcuni non lo fanno per le giuste ragioni, mentre altri sono spinti da una vera passione.

Quando scegliete il settore in cui volete affermarvi come influencer di Instagram, scegliete una nicchia che vi piace. L'autenticità e l'originalità sono ciò che vi distinguerà dagli altri.

Dovete anche essere consapevoli che essere un influencer non è una passeggiata. Dietro i successi che i grandi nomi del settore ci fanno credere, c'è in realtà molto lavoro, tempo, energia e forza di volontà. Dovete anche sapere che dovrete essere molto pazienti. Diventare un influencer da un giorno all'altro non è un compito facile. Inoltre, avrete bisogno di molta fortuna.

Essere un influencer è marketing

Anche se essere un influencer non richiede una formazione approfondita in un campo particolare, è necessario padroneggiare alcune nozioni di base. È importante sapere che il marketing e la comunicazione svolgono un ruolo importante in questa professione. Da un lato, è necessario definire il target che si vuole influenzare, dall'altro, è necessario conoscerlo meglio (le sue aspettative, le sue esigenze, ecc.). Solo così sarete in grado di offrire cose innovative e interessanti ai vostri target.

Un buon influencer deve anche essere molto attento alle tendenze e agli eventi attuali. Ma soprattutto dovete essere preparati emotivamente. Gli influencer non hanno solo follower e fan. Nel vasto mondo dei social network ci sono anche gli "haters", coloro che non necessariamente apprezzeranno la vostra immagine e ciò che essa trasmette. Avrete reazioni sia positive che negative. Dovete quindi essere in grado di valutarli bene e fare in modo che non abbiano alcun impatto sulla vostra personalità.

Alcuni influencer vengono rapidamente individuati per il modo in cui promuovono i prodotti. Nella maggior parte dei casi, il loro lavoro è associato alla pubblicità sotto mentite spoglie. Questo accade spesso quando un influencer smette di promuovere i propri valori a favore di un articolo che è, ad esempio, l'opposto di quello che offriva alla sua community. Per questo motivo, bisogna sempre saper bilanciare le due cose e rimanere fedeli a se stessi. I vostri abbonati vi apprezzeranno ancora di più per questo.

Non lasciatevi tentare dal richiamo del denaro. Se i marchi vi offrono offerte vantaggiose, ma contrarie a ciò che rappresentate, è meglio rifiutare. Questo vi aiuterà ad affermarvi come influencer di Instagram nel tempo e ad attirare più follower.

Cosa fare

Molte persone stanno scegliendo Instagram per lanciare la loro carriera di influencer. Quasi l'85% degli influencer esistenti opera su questa piattaforma per promuovere le proprie immagini. Se volete entrare in questo ambiente altamente competitivo, dovete aumentare il coinvolgimento sui vostri post di Instagram. Per farlo, dovrete innanzitutto determinare le vostre competenze. Poi analizzate cosa fanno i concorrenti che si concentrano sulla vostra stessa nicchia. Prestate particolare attenzione alla qualità dei vostri post e siate attivi sulla rete. Per rafforzare il vostro status di influencer di Instagram, non esitate a stabilire partnership con i marchi. Infine, siate sempre trasparenti con i vostri follower.

Qual è la sua competenza?

Se volete essere credibili come influencer di Instagram, dovete avere una buona conoscenza dell'argomento che presentate agli spettatori. Scegliete il campo in cui vi sentite bene e in cui sarete voi stessi. Non ha senso diventare fashion influencer se non si ha alcuna conoscenza di questo mondo.

Se avete una comprovata esperienza in un settore specifico, è meglio sfruttarla e orientarvi verso un gruppo target interessato. D'altra parte, è necessario scoprire cosa cerca la vostra comunità per soddisfarla e coinvolgerla al meglio.

Cosa la rende diversa dagli altri influencer?

Se volete farvi notare su Instagram, dovete essere in grado di distinguervi. Molti influencer possono sfruttare il vostro stesso universo. Per distinguersi dalla massa, non esitate a fare un po' di competitive intelligence. Analizzate ciò che fanno i vostri concorrenti (identità visiva, stile linguistico, tipo di post, ecc.) per essere sempre aggiornati sulle formule che funzionano e sulle idee flop. Questo vi aiuterà a proporre cose innovative e più inventive.

Il vostro valore aggiunto può essere anche la vostra personalità. Invece di offrire lavori insipidi e senza vita, potete far emergere il vostro carattere, le vostre opinioni e i vostri punti di vista. Questo vi permetterà anche di posizionarvi come esperti del vostro settore.

È tutta una questione di qualità del contenuto

Su Instagram, le immagini parlano chiaro. Se volete catturare l'attenzione dei vostri follower e trasmettere un'immagine professionale, curate le immagini. Sia per i post che per le storie di Instagram, utilizzate immagini attraenti e in linea con il vostro stile. Prestate particolare attenzione alla scelta dei colori, all'inquadratura e ai filtri che utilizzate. La vostra identità visiva deve essere facilmente riconoscibile e autentica.

Farsi conoscere attraverso i marchi e gli altri influencer

Ultimo, ma non meno importante, per aiutarvi ad avere successo come influencer su Instagram è fare rete con influencer e marchi. Cercate di instaurare rapporti con loro (di amicizia o di lavoro).

Anche se la concorrenza è dura in questo settore, avere buoni contatti è sempre un vantaggio da non trascurare per farsi conoscere da altre basi di abbonati. Gli influencer possono anche collaborare sullo stesso contenuto per aumentare la notorietà reciproca. È un buon modo per farsi pubblicità, ma anche per trovare contratti interessanti con i marchi. È importante sapere che gli influencer possono scambiarsi indirizzi o contatti. Alcuni possono anche raccomandare le loro controparti alle aziende, ecc.

it_ITIT